.
Annunci online

 
quasiforte 
il mio orizzonte alla finestra, unito all'odore tostato di Lucky Strike BLUE.
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog

 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca




 

Diario | il cappello |
 
Diario
40991visite.

22 novembre 2011

la consapevolezza inutile

Avevo scambiato una contingente e casuale scenografia, per una scoperta, per un incontro di sensibilità che si appartenevano già, prima di riconoscersi.Chissà se l’avrei commesso ancora quell’errore, oppure se d’ora in poi sarei incorsa in uno ancora più grave, se avrei considerato orpello ogni tipo di atmosfera, se avrei appeso quelle sarpe di tela con la loro suola di gomma incapace di presa sulla strada, più inclini a saltare o a pattinare su una passerella, copera di sabbia e che si allunga quasi fino alla battigia.







permalink | inviato da quasiforte il 22/11/2011 alle 11:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

16 marzo 2011

le notti insonni


Non sapremo mai cosa ci sia dentro una notte

insonne.

Il primo sospettato è la preoccupazione, di solito

tutti pronunciamo la parola <<preoccupazione>>

difronte ad una notte insonne, oppure <<stress>>

o ancora <<stanchezza>>.

Ma in realtà quelle ore di pagine non  lette ma

consultate con la fretta di addormentarsi,

di spezzoni di film, conosciuti a memoria,

a cui si attribuisce la funzione di un vociare

familiare, ore di spola tra il letto, la cucina

e il divano che si rimbalzano la tua presenza

a cadenza pressochè regolare-un quarto d'ora-venti

minuti, hanno in sè origini,ragioni e contenuti

di cui non sapremo mai con certezza.

Oltre alla preoccupazione-stress-stanchezza

ci potrebbe essere per esempio

un'energia creativa inespressa, troppo a lungo

repressa in favore di altre attività all'apparenza

senz'altro più impellenti.

Oppure un nido di ostilità avverso qualcosa,

più che avverso qualcuno, che è già troppo

lontano per occupare il pensiero lucido ma

ha assunto le vesti ufficiali di un mancato

perdono, di un non riassetto di nuovi equlibri

e quindi è uno spartiacque troppo importante

perchè finisca lentamente nell'oblio.

Divide la realtà delle cose dalla natura

di quelle stesse cose che ne rimane imbrigliata

e quello che ti rimane è la toppa della

compassione.

Permetterà a qualcuno di svincolarsi da

qualcosa che per quanto generi un'avversione

continuata nel tempo..non può e non deve

assurgere ad ancora, zavorra,

giudizio perenne per chi se ne è fatto artefice.

Nulla di personale, dunque, ma neanche nulla di

modellabile, disponibile alla trasformazione,

il risultato è invece  granitico e la perdita,

una serie collegata di perdite è allora l'approdo

ineluttabile, qualche volta, con certezza questa volta.

Ma la notte insonne può trovare la sua origine in un

peperone troppo fritto per cena, <<chi lo nega>>

direbbe il buon vecchio Holden.

Oppure il rigirarsi, sempre meno calmo,

sotto un piumone può essere mosso

dalla carica di una quotidinaità che è tornata a

riempirsi di me, a rispecchiare

i desideri e le aspettative perchè ha ritrovato

lo spazio del pensiero

ad un certo punto soffocato da sterili ingranaggi del

quotidiano di cui ho preferito

ad un certo punto disfarmi.

E il presentimento di una libertà vicina

che spaventa ed elettrizza: risveglia.

Dunque non permette sonni profondi nè leggeri.

Sorrido pensando che potrebbe trattarsi anche di una

troppo emozionata di attesa di rivederla.

Dopo solo sei giorni di assenza.

l sonno impedito dal rumore di rotaie

che sembrano già in arrivo,

un gerundio lungo ancora cinque giorni.

Ed è ancora una volta il numero 5

che torna, come un cerchio sempre chiuso,

la cui unità in esubero ne permette il continuo

movimento circolare che rigenera,

ricorre, ricompone, riscopre e....risveglia.

Non sapremo mai cosa ci sia dentro una notte insonne.




permalink | inviato da quasiforte il 16/3/2011 alle 11:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

30 settembre 2008

vorrei parlare come donnie darko..

 


Puffetta non scopa!"
"E' una cazzata! Puffetta si scopa tutti i puffi!
Grande Puffo l'ha creata apposta!...
Stavano sempre a canna dritta gli altri puffi!

"No, tutti tranne Vanitoso che è omosessuale!"
"D'accordo, sai che ti dico?
Lei se li scopa mentre Vanitoso guarda...
contento?"

"Sì, ma Grande Puffo?
Anche lui si butta nel mucchio oppure..."

"Lui sai che fa?...
Riprende tutte le ammucchiate poi,
in privato, le rivede
e si ammazza di seghe!"


"Prima di tutto a creare Puffetta
non è stato Grande Puffo ma Gragamella,
che la mandò dai puffi come sua spia,
avendo l'intenzione di distruggere il villaggio,
 ma la contagiosa allegria della vita dei Puffi
la trasformò per sempre!
Quanto all'ammucchiata da voi descritta...
 è irrealizzabile, i puffi sono assessuati,
non hanno nessun organo riproduttivo
sotto a quei pantaloni bianchi!
Per questo è illogica la felicità dei puffi...
che cazzo vivi a fare se non hai il pisello?




permalink | inviato da quasiforte il 30/9/2008 alle 19:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

1 settembre 2008

ho apprezzato

 
quelle canzoni che
ti obbligano
ad accendere
una sigaretta.
come per soffocare
una lama..
con un'altra..
Quelle che ti fanno sentire
la mancanza di qualcosa.
E anche in campo di artisti,
di scrittori,
di poeti..
mi è sempre arrivato
molto dentro quel...
che si dice che ti fa male
forse è per quello che
certi artisti
vengono detti maledetti:
perchè fanno male.
Ti fanno capire,
e sentire,
di quanto hai mancato
di preciso il bersaglio
 della tua vita,
di quanto non sei..
meno obbediente e
vigliacco
di quando sei partito.







permalink | inviato da quasiforte il 1/9/2008 alle 15:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

26 agosto 2008

come la sister....

 il passato...
E'

A_
     p_
          E_
                z_
                    Z_
                        i_
                            -                                -
       _     _      -         -    _
-     _   -                _   -      _

RIcoMInciaMOli.




permalink | inviato da quasiforte il 26/8/2008 alle 19:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo